Il Portaluppi a Vaprio d'Adda

La cattedrale del progresso

La centrale di Vaprio d’Adda, incastonata fra il naviglio Martesana e il fiume Adda, fu realizzata dal Linificio Canapificio Nazionale fra il 1947 e il 1951: il progetto tecnico dell’impianto si deve a Marco Semenza, mentre l’architettura è disegnata da Piero Portaluppi, che conferisce all’edificio uno stile solenne, quasi sacrale, che ricorda le architetture religiose. La firma del grande architetto si riconosce in elementi stilistici quali il grande portale enfatizzato dalla cornice in pietra rosa, il timpano triangolare e i 10 cubi che ornano la facciata. Come la centrale di Crespi d’Adda, l’impianto Italgen attinge l’acqua dal fiume in corrispondenza della diga di Concesa, da cui ha origine anche lo stesso naviglio Martesana.

Visitabile domenica 20 novembre 2022 (tour guidati alle ore 10:00-14:00-15:00-16:00). Euro 6,00 a persona / Bambini omaggio fino ai 6 anni.

Scopri gli ambienti

Sfoglia la gallery

Foto di Walter Carrera

Scopri

Come arrivare

Sarà possibile parcheggiare presso la VelVis – Visconti di Modrone (via Visconti di Modrone 1) e proseguire a piedi per 2 km dal parcheggio alla centrale, perché il transito dei veicoli lungo l’alzaia del naviglio Martesana è interdetto salvo autorizzazioni. Per i visitatori portatori di disabilità è stato richiesto il permesso di transito dei veicoli lungo l’alzaia.